Pilates per la fibromialgia

Cos’è la fibromialgia?

La sindrome da fibromialgia (FMS) è una malattia del dolore cronico caratterizzata da dolori muscolo-scheletrici diffusi, spesso intensi e invalidanti, rigidità, ma anche affaticamento generale, ansia e disturbi del sonno e dell’umore.

Anche se in Italia sono circa più di due milioni di persone a soffrire di questa patologia reumatica, la fibromialgia, proprio per i suoi sintomi eterogenei, non viene sempre diagnosticata e riconosciuta come una vera e propria malattia. Al momento, infatti, mancano terapie convalidate ed efficaci e sono ancora non del tutto conosciute le cause.

Diagnosticare la fibromialgia

Diagnosticare la fibromialgia non è semplice poichè mancano dei test validi: non esistono analisi sierologiche o radiologiche. La FMS manca di alterazioni di laboratorio. Infatti, la diagnosi dipende principalmente dai sintomi che il paziente riferisce. Alcune persone possono considerare questi sintomi come immaginari o non importanti. Il test dei “tender points” – la palpazione di alcuni punti dolenti in varie parti del corpo – richiede la positività di 11 punti su 18 punti e la presenza di dolore per almeno per 3 mesi.

L’importanza dell’attività fisica per la fibromialgia

L’attività fisica ha dimostrato di essere efficace nel trattamento della fibromialgia sopratutto se abbinata a trattamenti interdisciplinari, come la terapia fisica e l’utilizzo di farmaci ed integratori ad-hoc.
Fare esercizio fisico è importante per mantenere e migliorare la forma fisica ed il benessere generale, ma anche per aiutare a gestire il dolore. Oltre ad un allenamento specifico da svolgere con l’istruttore, è consigliato stabilire un programma di esercizi, facili, efficaci e sicuri, da svolgere a casa in maniera indipendente e costante. Tuttavia, chi soffre di fibromialgia spesso tende a vedere l’esercizio fisico con timore per paura che possa aggravare i sintomi.

Pilates per la fibromialgia

Ci sono molte ragioni per cui il Pilates è efficace per chi soffre di fibromialgia. Il metodo Pilates, infatti, è un programma a basso impatto che si concentra non solo sulla forza e sul coinvolgimento dei muscoli profondi stabilizzatori, ma anche sull’ allungamento muscolare e sul corretto utilizzo della respirazione. La respirazione permette di ossigenare il sangue, migliorare la circolazione in tutti i distretti del corpo favorendo cosi il rilassamento muscolare ed alleviando lo stress.

Il Pilates, inoltre, attraverso la respirazione, la concentrazione e l’esecuzione di movimenti lenti e controllati, favorisce la connessione tra mente e corpo. Un aspetto fondamentale per chi soffre di fibromialgia che spesso tende a sperimentare una “disconnessione” tra mente e corpo.

E’ importante affidarsi ad istruttori esperti per trarre il meglio dalle sessioni di Pilates. E’ necessario infatti individuare una strategia che consenta di focalizzare l’attenzione su resistenza, postura e gestione della fatica e del dolore. Inoltre, vanno adottati alcuni accorgimenti: ad esempio, programmare le sedute di Pilates quando la persona si sente più energica (per molti potrebbero essere al mattino presto) ed iniziare con esercizi di respirazione. L’attenzione dovrebbe essere focalizzata su esercizi di stretching delicati e su lavori di stabilizzazione profonda sia del bacino che del cingolo scapolare.

In generale, il Pilates matwork (ovvero il lavoro a corpo libero svolto sul tappetino) può essere troppo impegnativo come punto di partenza per i clienti con fibrolmialgia perchè manca l’assistenza, che invece si ha tramite molle e corde, data dai grandi attrezzi come Reformer e Cadillac. Tuttavia, grazie all’implementazione di modifiche e variazioni gli esercizi del repertorio matwork si prestano bene per essere incorporati in un programma domestico.

La possibilità di personalizzare le lezioni di Pilates e la versatilità di questo metodo che permette un’infinita combinazione di movimento grazie all’utilizzo di vari attrezzi, rende il Pilates la scelta adatta per chi soffre di fibromialgia.

Richiedi la nostra consulenza per individuare insieme un percorso personalizzato.

Fonti > Repubblica.it – AISF – Pilates.com

Facebookpinterest