Hai un problema alla colonna vertebrale e ti hanno detto che non puoi fare alcuni movimenti? Ecco perchè non è del tutto vero

Chi soffre di problemi degenerativi alla colonna vertebrale, come ernie del disco, spondilosi e osteoartriti, solo per citare alcuni dei disturbi che causano una progressiva perdita della funzionalità della colonna e che modificano la sua normale struttura, avrà spesso sentito dire da ortopedici, fisioterapisti, chirurghi, dottori, etc che probabilmente non potrà più fare alcuni movimenti, come flettersi in avanti, sollevare pesi, praticare la sua attività fisica preferita o svolgere alcuni lavori manuali.

E’ davvero così?Questi movimenti fanno davvero male alla tua schiena? Ci sono movimenti che devono essere abbandonati per evitare di danneggiare la colonna?

Le cose non sono proprio così “tragiche” come sembrano. La maggior parte delle persone, infatti, si muovono liberamente o hanno continuato a fare il loro sport preferito anche se gli è stata diagnosticata una problematica alla colonna vertebrale. Sembra che ci sia una paura diffusa quando si parla della colonna vertebrale: viene spesso suggerito di evitare alcuni movimenti, o in alcuni casi viene consigliato addirittura di non muoversi affatto, incutendo quasi il timore che le più semplici attività quotidiane possano arrecare danni alla propria schiena.

Per fortuna, qualcosa è cambiato e questo “clima di terrore” è stato sostituito con un approccio più positivo. E’ stata recuperata la “fiducia” nella nostra colonna vertebrale: non è più una struttura fragile, ma forte e robusta. In realtà, chi soffre di patologie alla colonna lamenta disturbi piuttosto intensi e dolorosi. Queste problematiche, infatti, rendono il nostro sistema motorio iperattivo e ipersensibile. I muscoli, in pratica, sono sempre in azione, pronti a difendere la schiena. Questo stato di allerta e dolore causa posture errate e movimenti scorretti generando ansia e stress.

La paura di muoversi e provare dolore causa più problemi del dolore stesso. Il corpo adotta una strategia di difesa e ci si muove in maniera errata finendo così per innescare altre problematiche. Il Pilates, grazie alla sua capacità di connettere corpo e mente, attraverso la respirazione e i movimenti controllati,  migliora la capacità di gestire il proprio corpo e aiuta a ritrovare il giusto equilibrio tra flessibilità e forza e, così, in poche sedute, ci si accorge di eseguire i movimenti senza dolore.

Fonte > https://www.facebook.com/IamPhysiotherapy/

Facebookpinterest